Fai Sicilia e U.P.A. incontrano gli apicoltori a Messina

Logo-sportello-ape-2W-RRLe richieste che ci giungono tramite gli sportelli informativi, che sono stati attivati in tutte le provincie siciliane presso le Unioni Provinciali degli Agricoltori (U.P.A.), ci stanno dando la conferma di una forte carenza culturale dell’apicoltura siciliana. Anche da territori tradizionalmente considerati la culla dell’apicoltura ci giungono notizie paurose di

atteggiamenti di totale chiusura verso coloro che intendono intraprendere l’allevamento delle api, atteggiamento che sbocca anche fino alla fornitura di suggerimenti errati tendenti a bloccare ogni nuova iniziativa.

Noi, FAI-Federazione Apicoltori Italiani non siamo così!
Consideriamo l’apicoltura nella sua globalità, come attività economica e come strumento di promozione sociale aperto a tutti, continuiamo a muoverci tradizionalmente in questa direzione rifiutando atteggiamenti paternalistici o peggio di ostentata superiorità.
Come è noto, la cittadina di Zafferana Etnea è, a giusta ragione, considerata il maggior polo apistico regionale, tanti anni or sono,  chiacchierando amabilmente con il Sig. Michele Di Prima, uno tra i più stimati apicoltori di Zafferana, gli chiesi come, secondo lui, si giustificava una così forte concentrazione di apicoltori a Zafferana.
La risposta fu semplice ma molto significativa : 
<< I grossi proprietari terrieri non hanno mai voluto cedere, storicamente,  anche piccoli appezzamenti ai braccianti agricoli per cui, per una persona che aveva voglia di migliorare la propria condizione, l’apicoltura, un’attività agricola senza terra, ha da sempre rappresentato una, se non l’unica, seria possibilità di promozione sociale.>>

E ancora adesso l’apicoltura, anche con le mutate condizioni generali, mantiene questa caratteristica.
Abbiamo dunque molti buoni motivi per accorrere dove ci viene richiesto e così abbiamo fatto il 07 agosto u.s., rispondendo all’esigenza espressa dall’ U.P.A. di Messina.
Abbiamo incontrato aspiranti apicoltori e qualche apicoltore in erba, abbiamo discusso rispondendo alle domande dirette su legislazione, normative fiscali e sanitarie, tecnica apistica, redditività e gestione di un impianto apistico nella sua progressione,  da iniziale ad azienda produttiva per il mercato.
Un ringraziamento particolare al Direttore Dott. Costantini Massimo, non solo per l’organizzazione e l’ospitalità ma sopratutto per le sue proposte concrete di sviluppo e sostegno agli apicoltori del territorio di sua competenza.
L’incontro si è concluso con un gradito buffet di prodotti da forno ed un brindisi con un ottimo spumante prodotto da un’azienda associata U.P.A. 

Rassegna fotografica 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l`utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni sulla politica dei cookie su privacy policy.

Io accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information