Questa tassa non è dovuta.

I Dipartimenti di Prevenzione Veterinaria di diverse province Siciliane hanno inviato agli apicoltori, regolarmente registrati, l’invito a dichiarare i livelli produttivi in base al DECRETO LEGISLATIVO 19 novembre 2008, n. 194

 -“Disciplina delle modalità di rifinanziamento dei controlli sanitari ufficiali in attuazione del regolamento (CE) n. 882/2004” - 

al fine di applicare una tariffa.

Facciamo presente a tutti gli apicoltori che ai fini del pagamento delle tariffe di cui alla Sezione 6 del decreto legislativo citato, nelle definizioni si legg;: miele: sono comprese tutte le imprese che procedono alla smielatura e/o al confezionamento e/o alla commercializzazione all'ingrosso di miele; sono esclusi i produttori primari che lavorano esclusivamente miele proveniente dalla propria azienda, nonché le cooperative di smielatura e le sale di smielatura pubbliche che effettuano la sola smielatura e destinano !'intero prodotto ottenuto ai singoli operatori primari che l'hanno conferito.
 

Produzione Primaria” (Reg. 852) Tutte le attività relative alla produzione dei prodotti derivanti dall’apicoltura devono essere considerate produzione primaria, compreso l’allevamento delle api, la raccolta del miele ed il confezionamento e/o imballaggio nel contesto dell’Azienda di Apicoltura. Prodotto Primario di origine animale sono alimenti di origine animale ivi compreso il miele. (Reg. 853/2004 allegato I – prodotti non trasformati).
 

Per tanto gli apicoltori non sono assoggettati al DECRETO LEGISLATIVO 19 novembre 2008, n. 194 e non hanno nulla da pagare.

A  tale proposito si allega la circolare mimnisteriale

Ministero della Salute circolare del 17/04/2009

 

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l`utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni sulla politica dei cookie su privacy policy.

Io accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information